Procedura di autorizzazione ai lavori

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER IL RILASCIO AUTORIZZAZIONE LAVORI

(ai sensi del D.Lgs. 42/2004 art.21-22)


1) Domanda redatta su modulistica standardizzata in bollo da Euro 16,00 eseguita dal proprietario o da terzi muniti di delega e copia del documento del proprietario, indirizzata:
alla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per il Comune di Roma, Via di San Michele 17 – 00153 ROMA.
La domanda deve contenere l’indicazione chiara del nome, cognome, domicilio e recapito telefonico del richiedente e la localizzazione dell’immobile per il quale si chiede il nulla osta con i relativi riferimenti catastali, oltre al recapito ed eventuale numero di fax al quale si desidera ricevere eventuali comunicazioni.

2) Relazione tecnica, firmata dal progettista ( architetto o ingegnere regolarmente iscritto all’albo professionale) dettagliata sulle opere che si intendono eseguire, preceduta da un inquadramento storico critico dell’immobile.
Nella relazione, in unica copia, dovranno chiaramente essere indicate le lavorazioni da eseguire, i materiali e le tecniche impiegati e quant’altro utile alla comprensione dell’intervento.

3) Numero tre copie dei grafici di progetto, firmati dal proprietario e dal tecnico incaricato (possibilmente in tavola unica) con indicazione delle fasi: ante, interventi, post operam . Lo stato ante operam dovrà essere legittimato sotto il profilo delle consistenze edilizie o tramite l’esatta corrispondenza alla planimetria catastale del 1939, ovvero da un precedente N.O., da regolare concessione in sanatoria, concessione edilizia o altro. In assenza della legittimazione di tale stato non si potrà procedere al rilascio di autorizzazione nemmeno per la sola manutenzione ordinaria.

Eventuale simulazione al computer (rendering) l'elaborazione di un'immagine usando il colore e l'ombreggiatura per farla apparire solida e tridimensionale
In caso di opere di tinteggiatura e/o consolidamento dei prospetti dell’immobile oggetto della richiesta , la documentazione grafica dovrà essere corredata dei seguenti elaborati: rilievo materico, mappatura del degrado.

4) Esauriente documentazione fotografica in unica copia dell’immobile interessato, con il contesto urbanistico, riferita alle zone di intervento ed ai prospetti, corredata di pianta con i punti di vista fotografici. Ogni foto deve recare data e firma sia del tecnico che del proprietario.

5) Copia dello stralcio di mappa catastale per l’individuazione del foglio e particella ed eventuale copia della planimetria catastale del 1939 in caso di assenza di atti successivi comprovanti la legittimità della consistenza

6) Nel caso di richiesta di contributi ex art. 35 D.Lgs. n. 42/04, l’istanza dovrà essere chiaramente esplicitata nella domanda di autorizzazione.

7) Nel caso di richiesta da parte dell’Impresa esecutrice delle opere di certificazione della esecuzione dei lavori, dovrà essere inviato a questo Ufficio oltre alla comunicazione di inizio lavori, anche il cronoprogramma di massima degli stessi, al fine di procedere ai sopralluoghi per le verifiche di rito.

Si specifica infine che se l’immobile in argomento è vincolato ai sensi del D.Lgs.n.42/2004 l’autorizzazione di questo Ufficio avrà carattere vincolante, mentre nel caso di immobile non vincolato si emetterà un parere consuntivo, ai sensi dell’art. 24 commi 19-21 delle norme tecniche di PGR.
In entrambi i casi la richiesta di autorizzazione a questa Soprintendenza è obbligatoria.


I tempi del rilascio del N.O. ai sensi del D.L. n. 42 del 22/1/2004 art. 22 sono 120 gg. dalla data di ricezione (dall’apposizione del timbro del protocollo) salvo atti interruttivi, per quanto riguarda immobili vincolati.

Per quanto riguarda invece gli immobili non vincolati i tempi del rilascio del parere, sono di 45 gg; decorsi infruttuosi 60 gg dalla data della richiesta alla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Roma, è possibile depositare la DIA presso i competenti Uffici Comunali allegando copia della richiesta stessa.

Il tutto dovrà essere inviato a mezzo raccomandata avviso ricevimento o con il servizio Pony.