Vincoli monumentali

 
Il settore dedicato ai vincoli cura e aggiorna l'Archivio dei provvedimenti di tutela emessi ai sensi del Decreto Legislativo n. 42 del 22.01.2004 (Codice dei Beni Culturali). L'Ufficio cura la redazione e la trasmissione presso gli organi competenti (Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio) del fascicolo istruttorio propedeutico all'avvio del procedimento così come disposto dalla L. 241/90 per l'emanazione della tutela. Tale fascicolo si compone di una relazione storico-artistica corredata di documentazione grafica e fotografica unitamente alla documentazione catastale.

interno del pantheon

Quest'ultima, in particolare, deve evidenziare con chiarezza la consistenza del bene individuandone l'estensione comprese le aree di pertinenza relative (giardini, cortili etc.). Dopo l'esame e la firma del Direttore Regionale, delegato in materia, la documentazione ritorna alla Soprintendenza che ne cura la notifica ai proprietari/possessori tramite l'Ufficio Messi del Comune di residenza. Dopo la notifica, al fine di dare ampia conoscenza anche a terzi dei provvedimenti emanati, specificatamente per quanto attiene i beni immobili, si provvede ad inoltrare la richiesta di trascrizione presso l'Ufficio della Conservatoria competente per territorio, affinché in tal modo la tutela possa poi costituire elemento di adempimento ai fini della prelazione anche nei passaggi di proprietà.
L'Ufficio Vincoli inoltre, verifica e controlla l'esistenza di Vincoli sui beni mobili e immobili, in osservanza del disposto della legge 241/90.

 

 


Ufficio vincoli monumentali

Responsabile:
Arch. Rossella Pesoli
rossella.pesoli@beniculturali.it
06 58895254